A cosa serve la fisioterapia veterinaria?

L’obiettivo della fisioterapia veterinaria è riportare il paziente alle condizioni fisiche ottimali, riducendo il dolore e i tempi di recupero dei tessuti lesionati, favorendo il raggiungimento e il mantenimento di una migliore qualità di vita.

È possibile fare fisioterapia a domicilio?

In rari casi e per particolari condizioni cliniche in cui è necessario un ricovero presso una struttura di riabilitazione veterinaria non è possibile intraprendere un percorso riabilitativo a domicilio, ma per la maggior parte delle condizioni trattate con la fisioterapia l’ambiente domiciliare rappresenta una risorsa positiva piuttosto che una limitazione.

E l’underwater treadmill (UWT o tapis rulant in acqua)?

Oggi è sempre più diffusa l’idea che l’idroterapia e in particolar modo l’uso dell’underwater treadmill sia fondamentale nella riabilitazione neurologica, ortopedica, preparazione atletica e anche per dimagrire. Tralasciando gli usi e gli abusi, l’UWT è sicuramente un valido strumento per la riabilitazione ma è importante chiarire che questo è un’alternativa terapeutica e non l’unica terapia efficace.

Come si svolge una visita fisiatrica?

Il primo step è una valutazione della storia clinica del paziente, dei referti ortopedici/neurologici e degli esami diagnostici effettuati. Successivamente si procede con la visita fisiatrica al fine di individuare un piano terapeutico adeguato stabilendo anche la frequenza delle sedute.

Come si svolge una seduta di fisioterapia?

In relazione alla patologia si potrà scegliere di trattare il paziente solo con terapie manuali o associare anche una o più terapie strumentali. Parte fondamentale della seduta è l’esercizio terapeutico che verrà introdotto nella seduta non appena le condizioni cliniche del paziente lo permetteranno, partendo da esercizi semplici fino ad arrivare ad esercizi più complessi.

Quanto dura una seduta?

La durata della seduta è variabile e dipende dalla tollerabilità dell’animale, dalla patologia, dal tipo di terapia e dalla fase riabilitativa. Mediamente una seduta può durare da 45-120 min. in caso di pazienti molto giovani, anziani, convalescenti è spesso necessario fare delle pause durante la seduta stessa, il riposo è tanto importante quanto l’esercizio.

L’animale prova dolore durante la fisioterapia?

Le terapie sia manuali che strumentali sono utilizzate nel pieno rispetto del benessere animale e senza provocare dolore. Tal volta le terapie manuali ed il dry needling per la risoluzione delle tensioni muscolari e trigger points miofasciali, come anche il massaggio decontratturante e lo stretching possono causare un lieve fastidio all’animale per un tempo limitato, ma solitamente queste tecniche sono ben tollerate.

Ogni quanto e per quanto tempo è necessario fare fisioterapia?

Non è possibile stabilire frequenza e numero di sedute in modo standardizzato. Dei pazienti necessiteranno di fisioterapia quotidiana, altri di una seduta ogni 1-2 settimane. Anche il “numero di sedute necessarie per la guarigione” è poco definibile. Basandomi sulla storia clinica, referti e valutazione fisiatrica sarà data una prognosi e possibili tempistiche, ma è importante sottolineare che le tempistiche rappresentano un’ipotesi e non una certezza.

E’ possibile fare degli esercizi quotidiani?

La seduta fisioterapica è fondamentale nella riabilitazione, ma è altrettanto fondamentale la collaborazione del proprietario; La corretta gestione del proprio animale, esercizi e attività quotidiane prescritte dal terapista sono parte integrante del percorso riabilitativo.